19-ott-2021

Tre siti Henkel nel Global Lighthouse Network del World Economic Forum

Digitalizzazione e sostenibilità: l’industria è 4.0

Lo stabilimento Henkel di Montornès del Vallès, eccellenza dell’Industria 4.0

L’avvento dell’Industria 4.0 hanno reso possibile un’inversione di rotta per gli stabilimenti produttivi, che da grandi inquinatori possono trasformarsi in motori di innovazione sostenibile. La trasformazione non è scontata né immediata, e dipende dalla capacità di ogni azienda e ogni sito di realizzare cambiamenti sostanziali in fatto di agilità dei processi, resilienza della supply chain e, soprattutto, efficienza energetica.

Grazie a tecnologie come l’Internet of Things, la stampa 3D o l’Intelligenza Artificiale, l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale di una fabbrica non è più in contrasto con l’aumento della velocità e produttività, dunque della profittabilità. La trasformazione 4.0 dimostra che sostenibilità ed eccellenza competitiva non sono dimensioni alternative fra loro, ma fortemente interconnesse.

I siti produttivi che nel mondo si distinguono per l’adozione di sistemi all’avanguardia, uno spiccato orientamento all’innovazione e lo sviluppo sostenibile si riconoscono nel Global Lighthouse Network, la comunità che – sotto l’egida del World Economic Forum e in collaborazione con McKinsey & Co – riunisce gli stabilimenti dove la tecnologia traina l’efficienza, contribuisce all’evoluzione dei modelli di business e alla crescita, migliora le condizioni di lavoro e diminuisce l’impatto sull’ambiente.

Nel Global Lighthouse Network non può certo mancare Henkel, che è stata recentemente premiata come "Advanced 4th Industrial Revolution Lighthouse" con il sito di Toluca, in Messico, dedicato alla produzione Laundry & Home Care e vera eccellenza dell’Industria 4.0. Ma non è la prima volta che l’azienda riceve questo riconoscimento: del network fanno già parte gli stabilimenti di Düsseldorf in Germania e Montornès del Vallès in Spagna.

1380102
Open Slideshow
Henkel è stata premiata come

Dopo Düsseldorf e Montornès del Vallès, il sito Henkel di Toluca entra nel Global Lighthouse Network del World Economic Forum

Open Slideshow
Tecnologie come l’Internet of Things, la stampa 3D e l’Intelligenza Artificiale abilitano l’industria 4.0

Nelle fabbriche intelligenti, la tecnologia 4.0 permette di connettere impianti e linee produttive, permettendo lo scambio di dati sempre aggiornati

 

Accelerare sulla sostenibilità grazie alle tecnologie 4.0

Cosa rende il sito di Toluca e gli altri stabilimenti Henkel così innovativi agli occhi degli esperti del World Economic Forum? Quattro sono gli elementi 4.0 di particolare rilevanza.

1. Connettività end-to-end grazie alla dorsale digitale

La supply chain di Henkel Laundry & Home Care lavora su una dorsale digitale, ovvero una piattaforma cloud che collega in tempo reale oltre 30 stabilimenti nel mondo. “Questo ecosistema digitale ci permette di monitorare costantemente le richieste dei clienti, soddisfare i requisiti che ci vengono chiesti e al tempo stesso mantenere standard elevati di sostenibilità”, spiega Dirk Holbach, Chief Supply Chain Officer di Henkel Laundry & Home Care. “La trasformazione digitale è iniziata nel 2013 e, da allora, continuiamo ad estenderla ad altri siti perché tutti possano beneficiare delle tecnologie più innovative, inclusi i sistemi di manutenzione predittiva”.

2. Big Data e analytics per una produzione più agile

Per massimizzare l’efficienza e la resa produttiva, Henkel usa algoritmi e analytics in grado di migliorare la pianificazione delle attività e dei processi. Questo approccio proattivo e agile permette al sito di Toluca di minimizzare il rischio di esaurire gli stock a magazzino e correggere i piani se gli ordini dei clienti subiscono cambiamenti improvvisi. L’impiego di tecniche di Machine Learning e dell’Intelligenza Artificiale permette di analizzare le serie storiche dei dati di produzione per prevenire disallineamenti e interruzioni alle diverse operazioni, che in uno stabilimento possono costare molto caro.

3. Officine digitali per favorire la collaborazione

L’ecosistema digitale supporta le operazioni quotidiane dando alle persone la possibilità di accedere a dati aggiornati in tempo reale e processi standardizzati. Il programma “connected worker” trasferisce interazioni e documentazione su una app, grazie alla quale diventa più semplice collaborare anche in officina. Dashboard, calendari e procedure sono letteralmente a portata di mano, per cui si perde meno tempo e ne guadagna anche la qualità del lavoro, condividendo le buone pratiche con i colleghi e gli altri siti produttivi.

4. Più energia verde e meno emissioni per essere climate positive

Henkel si è data l’obiettivo di diventare climate positive entro il 2040, andando oltre la neutralità carbonica per produrre energia pulita da usare per alimentare le proprie attività e restituire l’eccesso alla comunità. Nel 2020 il sito di Düsseldorf è stato premiato dal World Economic Forum come “Sustainability Lighthouse”: tra i risultati riconosciuti a Henkel la riduzione del 38% dei consumi energetici (calcolati in kWh/ton), il risparmio di acqua pari al 28% (m3/ton) e la diminuzione del 20% dei rifiuti (kg/ton) rispetto ai parametri del 2010.

Sostenibilità ed eccellenza competitiva non sono dimensioni alternative fra loro, ma fortemente interconnesse

Oggi è più evidente che mai: la digitalizzazione è l’elemento chiave per una crescita mirata e l'Industria 4.0 è parte del percorso che consentirà ad Henkel di diventare un’azienda climate positive entro il 2040. I siti di Toluca, Düsseldorf e Montornès del Vallès, già inclusi nel Global Lighthouse Network, dimostrano che l’uso di tecnologie avanzate può guidare l’innovazione in chiave sostenibile e al tempo stesso favorire la crescita, migliorando i risultati e la performance economica.