• Italia | Cambia sito web
  • Contatti
  • Aggiungi alla Raccolta
  • Condividi

Approvvigionamento responsabile

I prodotti che utilizziamo nella vita di tutti i giorni sono realizzati con ingredienti provenienti da tutto il mondo. Come possiamo essere sicuri che le materie prime che acquistiamo, come l’olio di palma, provengano da una filiera sostenibile?

palm-oil-farmers-in-colombia_eciRGBv2

Unire le forze per sostenere gli agricoltori

Ecco perché attori chiave come governi, organizzazioni non governative, imprese agricole e aziende che lavorano i materiali estratti dalla palma stanno unendo le forze per andare oltre la certificazione. Lavorando insieme, supportano progetti per offrire ai piccoli agricoltori la formazione circa le moderne tecniche agricole per la coltivazione di palme da olio. Ciò permette di sostenere concretamente gli agricoltori: si interviene infatti aumentando la produttività, le condizioni di sicurezza e di sostenibilità ambientale e si garantisce stabilità occupazionale e mezzi di sussistenza anche alle loro famiglie.

Questo approccio collaborativo per sostenere i piccoli produttori vale per altre colture. I fagioli di guar sono infatti un altro esempio: possono essere macinati per creare un materiale che viene utilizzato nei prodotti cosmetici. La maggior parte della guar è coltivata da agricoltori indipendenti in India, dove la coltura è spesso una fonte di reddito fondamentale. Responsabilizzando gli agricoltori e promuovendo metodi di agricoltura sostenibili, organizzazioni come TechnoServe mirano ad aumentare l'offerta globale di guar coltivata in modo sostenibile, migliorando allo stesso tempo le condizioni di vita e di lavoro.

Insieme per una filiera produttiva sostenibile

Oltre alle attività legate alle singole materie prime come l'olio di palma, l'olio di palmisto e l'estratto di fagioli di guar, le aziende possono anche introdurre sistemi di gestione efficaci. Questi in genere comportano valutazioni dei fornitori o ispezioni e visite per controllare i loro siti. Tuttavia, le aziende possono avere centinaia o addirittura migliaia di fornitori in tutto il mondo. Ciò significa valutare e controllare ogni fornitore o sito di produzione per ogni materia prima che acquistano – un’attività che richiede molto tempo e anche molto costosa.

Nel 2011 un gruppo di aziende del settore chimico ha risposto a questa sfida creando l'iniziativa Initiative Together for Sustainability (TfS), fondata per sviluppare un programma globale al fine di valutare, verificare e migliorare le pratiche di sostenibilità all'interno delle catene di approvvigionamento dell'industria chimica. Attualmente comprende 23 aziende associate in tutto il mondo e intende crescere a livello globale. L'iniziativa TfS mira a ottenere benefici reciproci sia per le aziende associate che per i loro fornitori. In tal modo, le condizioni sociali e ambientali sono continuamente migliorate, a beneficio di tutti i soggetti interessati, inclusi i dipendenti, i quartieri, le comunità locali e la società nel suo insieme.

I più alti standard di responsabilità ambientale e sociale

I nostri fornitori sono sostenuti da milioni di lavoratori diretti e indiretti in oltre 100 paesi e influenzano in modo significativo la nostra impronta ambientale. Per questo è nostra la responsabilità considerare la sicurezza, la salute, l'ambiente, gli standard sociali e le pratiche commerciali corrette quando selezioniamo i nostri fornitori.

I nostri clienti e consumatori possono acquistare i nostri prodotti con la piena fiducia che le materie prime di cui ci serviamo sono in linea con i più elevati standard di responsabilità ambientale e sociale. Può sembrare che il mondo stia diventando sempre più piccolo, ma le opportunità di promuovere pratiche sostenibili lungo la catena del valore sono in costante crescita e ci impegniamo a esplorarle.

_K0A4646
Olio di palma e palmisto sostenibili

Henkel promuove la coltivazione e l’uso di olio di palma e di palmisto sostenibili e punta ad avere un impatto positivo sull'ambiente e sulle persone coinvolte. Maggiori info su henkel.com (in inglese).