19-ott-2020  Milano

Al via la nuova stagione dell’iniziativa Henkel che rafforza le competenze STEM dei bambini

La scienza a scuola: con Ricercamondo il laboratorio diventa digitale

Henkel presenta oggi la stagione digitale di Ricercamondo, l’iniziativa che si propone di avvicinare i bambini alla scienza, invitandoli a sperimentare il metodo scientifico e come si lavora in laboratorio. Il nuovo formato è pensato per le classi IV e V della scuola primaria ed è accessibile sia in classe, sia da casa.

Sperimentato per la prima volta nel 2011 in Germania, nel quartier generale Henkel, il metodo didattico alla base di questo progetto (nome originale: ‘Forscherwelt’, letteralmente ‘Il mondo dei ricercatori’) è stato già usato con successo da oltre 57.000 bambini in diversi Paesi del mondo. In Italia, ricercamondo è partito nel 2016 e ha finora coinvolto quasi 8.000 alunni delle scuole primarie di Milano, Varese, Torino, Genova, Trieste, Firenze, Lucca, Perugia, L’Aquila, Napoli, Catania, Cagliari e molte altre province.

«Gli ottimi risultati di questi anni ci hanno convinto a proseguire l’esperienza di Ricercamondo, sviluppandola anche in digitale. Tenendo conto delle esigenze di distanziamento a scuola e del possibile ricorso alla didattica a distanza, abbiamo ideato un nuovo formato che studenti e insegnanti possono usare in classe o da casa», ha spiegato Cecilia de’ Guarinoni, responsabile della comunicazione corporate e membro del Comitato Sviluppo Sostenibile di Henkel Italia. «Vogliamo così continuare a dare il nostro contributo per arricchire i contenuti didattici che la scuola primaria può mettere a disposizione dei bambini nell’insegnamento delle discipline STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica)».

Come funziona Ricercamondo digitale

In classe o da casa, Ricercamondo immerge i bambini in un’esperienza didattica altamente interattiva, che consente loro di fare dei veri esperimenti applicando il metodo scientifico in tutte le sue fasi. In affiancamento al docente, il formato digitale prevede il collegamento in videoconferenza di due divulgatrici scientifiche che guidano gli studenti, rispondono alle loro domande, raccolgono osservazioni e appunti attraverso una chat e una lavagna virtuale aggiornata in tempo reale.

I sondaggi online aiutano a raccogliere le ipotesi dei giovani ricercatori e condividere i risultati degli esperimenti di ciascun partecipante, mentre un microscopio digitale permette in alcuni momenti di osservare insieme interessanti dettagli. I risultati e le riflessioni finali degli studenti vengono consolidati in un diario di laboratorio, che resta a disposizione della classe e degli insegnanti.

Tre i percorsi didattici già disponibili in formato digitale:

1. Da dove viene la colla
Questo percorso porta i bambini a scoprire le proprietà collanti dell’amido, sostanza naturalmente presente in molti alimenti di origine vegetale come cereali e patate, ma anche componente principale delle comuni colle stick. Nel corso del laboratorio i partecipanti sono invitati a testare diversi campioni di cibo per individuare quali contengono amido, osservandone poi i granuli presenti nelle cellule vegetali. Scoprono infine come utilizzare questa sostanza per realizzare una colla in completa autonomia.

2. Come proteggere i nostri denti
Lo smalto dei denti può essere danneggiato dall’azione dei batteri presenti nel cavo orale e dagli acidi da essi prodotti. I bambini imparano a ordinare in base al grado di acidità alcuni alimenti e bevande, identificando anche le controparti chimiche degli acidi, ovvero le basi. Dopo l’osservazione al microscopio di alcune cellule vegetali, si torna a parlare di denti per scoprire l’azione protettiva del dentifricio rispetto agli acidi prodotti dai batteri.

3. Riciclo e sostenibilità
La plastica è un materiale molto resistente e ampiamente utilizzato. Proprio la sua resistenza può diventare un problema se i rifiuti in plastica che produciamo tutti i giorni non vengono correttamente smaltiti e riciclati. Questo laboratorio invita i bambini a confrontare diversi tipi di plastiche e dividerli in base alla differente densità, introducendo i temi della separazione e del riciclo. Conclude l’esperienza l’osservazione al microscopio della carta, di cui si spiega il ciclo produttivo e come riciclarla a casa o a scuola partendo dagli scarti dello stesso materiale.


Per prenotare una sessione a distanza, gli insegnanti delle scuole primarie possono scrivere a labscienze@toscience.it, specificando il nome della scuola, la classe e il percorso didattico preferito.

Comunicato Stampa (281,92 KB)

Il nuovo formato digitale di Ricercamondo è pensato per le classi IV e V della scuola primaria

Gli esperimenti scientifici si possono eseguire facilmente sia in classe, sia a casa

Ricercamondo immerge i bambini in un’esperienza didattica interattiva e consente loro di applicare il metodo scientifico in tutte le sue fasi

Le divulgatrici scientifiche, collegate in videoconferenza, guidano gli studenti e rispondono alle loro domande