• Italia | Cambia sito web
  • Contatti
  • Aggiungi alla Raccolta
  • Condividi

19-mag-2016  Düsseldorf / Germania

Confermate le prospettive per l’esercizio 2016

Henkel con buon incremento del fatturato e degli utili nel primo trimestre

  • Incremento del fatturato per totali 4.456 milioni di euro: crescita organica pari a +2,9% (in termini assoluti: +0,6%)
  • Fatturato nei mercati emergenti: incremento organico +6,3%
  • Utile operativo*: +6,2% per un totale di 751 milioni di euro
  • Utile per azione privilegiata*: +7,6% a quota 1,27 euro
  • Margine EBIT*: +80 punti base a quota 16,8%

“Per Henkel ha registrato un buon avvio nel nuovo anno di attività. Abbiamo ulteriormente migliorato sia il fatturato che il risultato e incrementato nettamente gli utili sul fatturato arrivando a quota 16,8 percento. All’andamento complessivamente positivo hanno contribuito tutte e tre le divisioni aziendali. Anche sui mercati emergenti abbiamo nuovamente conseguito forti sviluppi”, ha affermato Hans Van Bylen, Presidente del Comitato Direttivo di Henkel.  

Guardando all’esercizio in corso, Van Bylen ha dichiarato: “Anche per il 2016 prevediamo una situazione impegnativa. L’economia mondiale cresce solo moderatamente, e l’insicurezza sui mercati nonché gli sviluppi sfavorevoli dei tassi di cambio continueranno ad accompagnarci. Per questo motivo, al fine di raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi puntiamo soprattutto sui nostri marchi di successo, sulle nostre posizioni di leader di mercato e sul nostro potenziale innovativo”.

Confermate le previsioni per il 2016

Van Bylen ha altresì confermato le previsioni per l’esercizio in corso: “Per il 2016 ci attendiamo una crescita organica del fatturato compresa fra il 2 e il 4 percento. Per il margine EBIT depurato, contiamo di raggiungere all’incirca quota 16,5 percento e per l’utile depurato per azione privilegiata prevediamo un incremento fra l’8 e l’11 percento.”

Sviluppi del fatturato e degli utili nel primo trimestre del 2016

Nel primo trimestre del 2016 il fatturato è aumentato dello 0,6%, totalizzando 4.456 milioni di euro. Depurato da effetti di cambio negativi pari al 3,4%, il fatturato è migliorato del 4,0%. Da un punto di vista organico, e cioè depurato dagli effetti di cambio e dalle acquisizioni/cessioni, il fatturato è aumentato del 2,9%.

La divisione Laundry & Home Care ha fatto registrare un buon incremento organico delle vendite pari al 4,7%. La divisione Beauty Care ha ottenuto un buon incremento organico del fatturato pari al 2,6%. La divisione Adhesive Technologies ha conseguito a sua volta una positiva crescita organica del 2,1%.

L’utile di esercizio depurato da ricavi e spese non ricorrenti e dalle spese di ristrutturazione, è aumentato del 6,2%, passando da 707 milioni di euro a 751 milioni di euro. Il risultato operativo, in termini assoluti, è cresciuto del 10,7%, passando da 648 milioni di euro a 717 milioni di euro.

L’utile sul fatturato depurato (margine EBIT) ha ottenuto un netto aumento di 0,8 punti percentuali, arrivando a quota 16,8%. L’utile sul fatturato, in termini assoluti, è passato dal 14,6%, al 16,1%.

Il risultato finanziario è migliorato di 2 milioni di euro, passando a -7 milioni di euro. Questo sviluppo è riconducibile soprattutto al rimborso di un prestito ibrido, avvenuto nel novembre 2015. La quota d’imposta è stata del 24,2%, dopo il 24,6% dello stesso trimestre dell’esercizio precedente.

Gli utili trimestrali depurati, al netto di quote di minoranza, sono aumentati del 7,6% passando da 510 milioni di euro a 549 milioni di euro. Gli utili trimestrali dichiarati sono aumentati dell’11,6%, passando da 482 milioni di euro a 538 milioni di euro. Al netto di quote di minoranza pari a 13 milioni di euro, gli utili sono saliti a 525 milioni di euro (primo trimestre del 2015: 470 milioni di euro).

Gli utili per azione privilegiata (EPS) sono saliti del 7,6%, passando da 1,18 euro a 1,27 euro. Il valore, in termini assoluti, è aumentato da 1,09 euro a 1,21 euro.

Il rapporto fra capitale netto circolante e fatturato è migliorato di 0,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, passando al 5,4%. Questo incremento è essenzialmente riconducibile ad effetti di cambio e a una riduzione delle scorte a magazzino.

La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2016 ammontava a 452 milioni di euro. Al 31 dicembre del 2015 questo valore era pari a 335 milioni di euro.

Sviluppo dei settori di attività nel primo trimestre del 2016

La divisione Laundry & Home Care ha proseguito con successo anche nel primo trimestre del 2016 il suo andamento di crescita redditizia. Grazie a più elevate quote di mercato, il fatturato è cresciuto dal punto di vista organico del 4,7% rispetto allo stesso trimestre dell’esercizio precedente, conseguendo dunque un andamento migliore rispetto ai mercati di rilievo. Sotto l’aspetto nominale, l’incremento del fatturato è stato del 2,7%, per complessivi 1.333 milioni di euro (stesso periodo dell’esercizio precedente: 1.298 milioni di euro).

La buona crescita organica è attribuibile principalmente ai mercati emergenti. In Europa Orientale e in Asia (senza Giappone) l’incremento è stato a due cifre. La regione Africa/Medio Oriente ha fatto registrare ottimi incrementi, benché la situazione di mercato fosse ancora molto problematica.

In America Latina le vendite hanno conseguito buoni sviluppi. Andamento del fatturato positivo anche sui mercati maturi: in un clima caratterizzato da una forte competitività, in Europa Occidentale e in America del Nord il fatturato è aumentato.

L’utile operativo depurato della divisione Laundry & Home Care ha ottenuto un incremento del 9,5%, totalizzando 243 milioni di euro. L’utile sul fatturato depurato ha fatto registrare un eccellente incremento di 1,1 punti percentuali rispetto al primo trimestre del 2015, salendo al 18,2%. L’utile operativo, in termini assoluti, è aumentato del 23,3%, passando da 192 milioni di euro a 236 milioni di euro.

Anche la divisione Beauty Care ha continuato con successo il suo cammino di crescita redditizia nel primo trimestre del 2016. Grazie a maggiori quote di mercato, il fatturato è cresciuto, dal punto di vista organico, del 2,6% registrando una crescita ancora una volta superiore rispetto ai mercati di rilievo. Da un punto di vista nominale il fatturato è aumentato dell’1,1%, passando a 950 milioni di euro (stesso trimestre dell’esercizio precedente: 940 milioni di euro).

Sui mercati emergenti è proseguito l’andamento di successo con un ottimo incremento organico del fatturato. Particolarmente valido il contributo dell’Europa Orientale con un incremento a due cifre. In America Latina e in Asia (senza Giappone) l’andamento del fatturato si è rivelato positivo. La regione Africa/Medio Oriente ha fatto registrare buoni sviluppi delle vendite. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, sui mercati maturi il fatturato ha registrato un trend favorevole.  A questo risultato hanno dato un particolare contributo le attività in America del Nord, dove si è registrata un’ottima crescita. Positiva anche l’espansione sui mercati maturi della regione Asia/Pacifico. A causa della persistente ed elevata competitività e l’intensa pressione sui prezzi, il fatturato della regione Europa Occidentale è rimasto sotto i livelli dello stesso periodo dell’esercizio precedente.

Rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, l’utile operativo depurato della divisione Beauty Care ha ottenuto un incremento pari al 5,0%, salendo a quota 157 milioni di euro.

L’utile sul fatturato depurato è fortemente migliorato di 0,6 punti percentuali, arrivando al 16,5%. L’utile operativo, in termini assoluti, è aumentato del 7,5%, totalizzando 143 milioni di euro.

Nel primo trimestre, la divisione Adhesive Technologies ha ottenuto un buon incremento organico del fatturato pari al 2,1%. Da un punto di vista nominale, il fatturato ha subito una leggera flessione dello 0,8% per complessivi 2.144 milioni di euro (stesso trimestre dell’esercizio precedente: 2.160 milioni di euro).

Le regioni emergenti hanno fanno registrare ancora una volta un andamento di successo con un buon incremento organico del fatturato. La regione America Latina ha conseguito uno sviluppo percentuale a due cifre. L’Europa Orientale, nonostante il protrarsi della complessa situazione politica in alcune zone di quest’area, ha ottenuto una fortissima crescita. In Asia (senza Giappone) le vendite hanno ottenuto un andamento positivo. Nella regione Africa/Medio Oriente il fatturato non ha raggiunto i livelli del primo trimestre del 2015. Sui mercati maturi il fatturato si è dimostrato complessivamente stabile. In America del Nord il fatturato ha fatto registrare un incremento positivo del fatturato, mentre le attività sui mercati maturi della regione Asia/Pacifico e dell’Europa Occidentale sono rimaste leggermente sotto il livello dello stesso trimestre dell’anno scorso.

Rispetto al primo trimestre del 2015, l’utile operativo depurato della divisione Adhesive Technologies ha conseguito un incremento pari al 6,4%, totalizzando 376 milioni di euro. L’utile sul fatturato depurato ha conseguito un eccellente aumento di 1,1 punti percentuali, raggiungendo il 17,5%. L’utile operativo, in termini assoluti, è salito del 5,5%, per complessivi 364 milioni di euro.

Sviluppo per regioni nel primo trimestre del 2016

Nella regione Europa Occidentale, in una situazione di mercato caratterizzata da una forte concorrenza, il fatturato organico è stato dello 0,5% sotto i livelli dello stesso trimestre dello scorso anno.
I buoni risultati in Europa Meridionale e l’aumento ottenuto in Francia non sono riusciti a compensare l’andamento leggermente negativo verificatosi in Germania. Il fatturato, in termini assoluti, è diminuito a 1.528 milioni di euro.

In Europa Orientale, dal punto di vista organico, il fatturato ha ottenuto invece una crescita a due cifre, pari al 10,9%, grazie soprattutto al contributo delle attività in Russia e Turchia. Il fatturato, in termini assoluti, è stato pari a 629 milioni di euro e si è posizionato leggermente al di sopra dei valori registrati nello stesso trimestre dell’esercizio precedente.

La regione Africa/Medio Oriente, con un buon incremento organico pari al 3,5%, ha registrato una solida crescita nonostante l’instabilità economica e politica in alcuni Paesi di questa regione continui ad influire sullo sviluppo del business. Totalizzando 349 milioni di euro la regione è rimasta di poco sotto il risultato dell’anno scorso.

L’America del Nord, dal un punto di vista organico, ha registrato un incremento del fatturato pari al 2,4%, grazie al contributo di tutti i settori di attività. Il fatturato, in termini assoluti, è salito da 885 milioni di euro a 926 milioni di euro.

In America Latina il fatturato organico è aumentato dell’8,3%. Lo sviluppo del business in Messico è stato all’origine di questa forte crescita. Il fatturato, in termini assoluti, è passato a 247 milioni di euro dopo i 274 milioni di euro conseguiti nel primo trimestre del 2015.

Nella regione Asia/Pacifico nonostante il rallentamento dell’economia cinese, il fatturato organico il fatturato è migliorato del 2,2%. L’andamento delle vendite in Cina è stato positivo. Il fatturato, in termini assoluti, è passato da 732 milioni di euro a 747 milioni di euro.

Nelle regioni emergenti la crescita organica si è invece rivelata ancora una volta forte con uno sviluppo pari al +6,3% grazie al contributo di tutti i settori aziendali.

A causa di effetti di cambio negativi, il fatturato è diminuito dell’1,8% per complessivi 1.837 milioni di euro e la quota sul fatturato delle regioni emergenti è rimasta, con il 41%, leggermente sotto i valori dello stesso trimestre dell’esercizio precedente.

Sui mercati maturi il fatturato ha fatto registrare una crescita organica pari allo 0,5%, totalizzando 2.589 milioni di euro.

Previsioni del Gruppo Henkel per il 2016

Per l’esercizio 2016 Henkel prevede una crescita organica del fatturato compresa fra il 2 e il 4 percento. Henkel presume che tutti i settori di attività faranno a loro volta registrare una crescita oscillante in questa fascia. Oltre a ciò, Henkel si attende un leggero incremento della quota di fatturato dei mercati emergenti. Rispetto ai valori del 2015, per gli utili sul fatturato depurati (EBIT) Henkel stima un incremento a circa il 16,5 percento, con gli utili sul fatturato depurati delle singole divisioni allo stesso livello o sopra i valori dello scorso anno. Per l’utile depurato per azione privilegiata Henkel si attende un incremento compreso fra l’8 e l’11 percento.


* Depurato da spese e ricavi non ricorrenti nonché da costi di ristrutturazione

Le presenti informazioni contengono affermazioni di carattere previsionale basate sulle attuali convinzioni e valutazioni della direzione di Henkel AG & Co. KGaA. Le affermazioni di carattere previsionale sono caratterizzate dall'uso di termini come prevedere, intendere, pianificare, aspettarsi, ritenere, supporre, stimare e altri termini simili. Esse non costituiscono garanzie sui futuri risultati. Gli sviluppi futuri e i risultati effettivamente ottenuti da Henkel AG & Co. KGaA e dalle sue consociate dipendono da una serie di rischi e incertezze e possono dunque differire essenzialmente da quanto dichiarato o presunto sulla base di tali affermazioni. Molti di questi rischi e limitazioni riguardano fattori che sono al di fuori della capacità di controllo o valutazione di Henkel, quali le future condizioni economiche e di mercato e il comportamento di altri operatori sul mercato. Henkel non intende assumersi alcun obbligo in merito all'aggiornamento di qualsiasi affermazione di carattere previsionale.