• Italia | Cambia sito web
  • Contatti
  • Aggiungi alla Raccolta
  • Condividi

14-apr-2014  Milano

Henkel pubblica il Rapporto per lo Sviluppo Sostenibile 2013

Henkel premiata come leader nella sostenibilità

Per il settimo anno consecutivo, Henkel ha ricevuto il premio Gold Class di RobecoSAM ed è stata menzionata tra le World’s Most Ethical Companies dall'Istituto Ethisphere. L’azienda è stata inoltre inclusa tra i Sector Leader del Dow Jones Sustainability Index per la settima volta e nell'indice etico FTSE4Good per il tredicesimo anno consecutivo, confermando il costante impegno e la forte leadership in tema di sostenibilità. Gli importanti progressi compiuti dall’azienda nell’ultimo anno in campo ambientale e sociale sono illustrati nel Rapporto per lo Sviluppo Sostenibile 2013, recentemente pubblicato e ora disponibile online.

Il premio Gold Class è stato assegnato a Henkel dall’agenzia svizzera RobecoSAM che, in collaborazione con KPMG, pubblica ogni anno il Sustainability Yearbook 2014 con la classifica delle aziende più sostenibili di ogni settore. L’indice raccoglie i risultati del Corporate Sustainability Assessment in cui ogni anno vengono coinvolte oltre 3.000 tra le più grandi aziende al mondo. Henkel è l'unica azienda nella categoria prodotti per la casa ad aver ottenuto il riconoscimento Gold Class – dopo essere stata nominata Sector Leader per la settima volta consecutiva lo scorso autunno – e rimane l'unica del settore a comparire nel Dow Jones Sustainability Index sia a livello mondiale, sia europeo.

Un altro importante riconoscimento è arrivato dall'Istituto Ethisphere, organizzazione indipendente che promuove le migliori prassi di etica e governance aziendale, che per il settimo anno consecutivo ha inserito Henkel tra le World’s Most Ethical Companies, unica azienda tedesca inclusa nel 2013. Henkel è stata infine menzionata per il tredicesimo anno consecutivo nell’indice etico FTSE4Good, introdotto per la prima volta nel 2001 dal Financial Times e dal London Stock Exchange.

Questi premi confermano il significativo impegno di Henkel e i continui investimenti per ottenere di più con meno, concetto alla base della strategia di sostenibilità dell’azienda. “Le sfide globali che siamo chiamati ad affrontare richiedono una visione di lungo periodo per definire come generare maggior valore e ridurre al tempo stesso il nostro impatto sull’ambiente”, ha ricordato Kathrin Menges, Executive Vice President Risorse Umane e Presidente del Comitato di Sostenibilità di Henkel. “Siamo orgogliosi dei riconoscimenti che abbiamo ricevuto e intendiamo continuare a investire nello sviluppo sostenibile, coinvolgendo sempre di più i nostri dipendenti, che sono la vera chiave del nostro successo”.

La 23esima edizione del Rapporto per lo Sviluppo Sostenibile – recentemente pubblicato e ora disponibile all’indirizzo sustainabilityreport.henkel.com – dedica particolare attenzione alla formazione e alla partecipazione attiva dei dipendenti Henkel, nonché alle numerose innovazioni che hanno contribuito ad aumentare le perfomance di sostenibilità dei prodotti.

Perseguendo l’obiettivo di aumentare di tre volte l’efficienza di prodotti e processi entro il 2030, nell’ultimo anno Henkel ha investito nello sviluppo di progetti innovativi insieme a clienti, partner e terze parti, ma soprattutto nella creazione di numerose iniziative per i 47.000 dipendenti in tutto il mondo. Tra questi vanno ricordati i training per promuovere la sicurezza sul luogo di lavoro, la formazione avanzata per il management nei mercati emergenti e il programma "Ambasciatori di Sostenibilità", attraverso il quale le persone Henkel vengono formate per trasmettere l'importanza della sostenibilità a collaboratori, fornitori, clienti e consumatori, fino ai bambini. Lanciato nel 2012, il programma ha finora coinvolto circa 1.500 dipendenti che hanno incontrato più di 15.000 bambini nelle scuole di 25 paesi.

Nel 2013 la leadership di Henkel si è espressa con successo anche nell’innovazione sostenibile, con l’introduzione di prodotti in grado di soddisfare equamente i criteri di qualità, eco-compatibilità e responsabilità sociale, riducendo ad esempio la quantità di materie prime utilizzate in fase di produzione o l’energia necessaria al corretto utilizzo. Henkel affronta questi temi in stretta collaborazione con i propri clienti e partner lungo la catena del valore, come accaduto per l’innovativo processo di pretrattamento della scocca delle automobili, sviluppato dalla divisione Adhesive Technologies insieme ad Audi. Il nuovo processo consente il trattamento in due fasi delle superfici multi metalliche e permette di innalzare il contenuto di alluminio fino al 100%, diminuendo l’impiego di energia e agenti chimici, nonché riducendo il volume degli scarti.

In termini di nuovi prodotti caratterizzati da elevate performance di sostenibilità, il Rapporto per lo Sviluppo Sostenibile 2013 menziona tra gli altri Pril Gel Caps, il detersivo per lavastoviglie in capsule monodose in gel che consente di ridurre la quantità di detergente per lavaggio e utilizzare cicli di lavaggio brevi, e la linea Essensity di Schwarzkopf Professional per la colorazione dei capelli che, oltre ad aver aumentato in misura significativa la biodegradabilità degli ingredienti, ha ridotto il peso del packaging di circa il 30% con una proporzionale diminuzione delle emissioni di CO2.

Il Rapporto offre anche una panoramica dei principali indicatori di sostenibilità che Henkel sta misurando per verificare il raggiungimento degli obiettivi fissati. Negli ultimi undici anni, l'azienda ha diminuito il consumo di acqua ed energia rispettivamente del 51% e del 44% e ha ridotto gli sprechi del 47% per tonnellata di produzione. Nello stesso arco temporale, il numero di infortuni sul lavoro è sceso del 90%.

Per consultare il Rapporto per lo Sviluppo Sostenibile 2013 (disponibile in inglese), visitate il sito web sustainabilityreport.henkel.com. Per maggiori informazioni sulla strategia di sostenibilità Henkel, visitate Sostenibilità in Henkel.