09.05.2012, Düsseldorf

 

Confermati gli obiettivi per il 2012

 

Downloads aggiunti

 
 / 
Download web print
Mostra tutto
 

Contact

Nome Lars Witteck
  Head External Communications | Headquarters, Düsseldorf / Germany
Phone +49-211-797-2606
Fax +49-211-798-4040
Email Manda un’ e-mail

Nome Wulf Klüppelholz
  Corporate Media Relations | Headquarters, Düsseldorf / Germany
Phone +49-211-797-1875
Fax +49-211-798-4040
Email Manda un’ e-mail

Nome Cecilia de'Guarinoni
  Head Corporate Communications Italy
Email Manda un’ e-mail

Henkel nel 1° trimestre con buona crescita del fatturato e netto miglioramento della profittabilità

• Incremento del fatturato del 4,8% per complessivi 4.008 milioni di euro (crescita organica: +4,7%)
• Utile operativo depurato*: più 16,6% per un totale di 551 milioni di euro
• Margine EBIT depurato*: più 1,3 punti percentuali, a quota 13,7%
• Utile per azione privilegiata depurato* (EPS): più 19,2%, a quota 0,87 euro
• Regioni emergenti ancora con andamento superiore alla media (+8,7%)
• Margine lordo in crescita nonostante l’incremento dei prezzi per le materie prime

 

“In una situazione di mercato impegnativa e volatile, Henkel ha fatto registrare una buona partenza nel nuovo esercizio. Abbiamo ottenuto una positiva crescita organica e migliorato ulteriormente la nostra profittabilità”, ha affermato Kasper Rorsted, Presidente del Comitato Direttivo di Henkel. “A questo andamento hanno contribuito tutti i settori di attività. Una particolare dinamica si è sviluppata ancora una volta nei mercati emergenti. Su queste basi siamo fiduciosi di riuscire a raggiungere i nostri obiettivi per il 2012.”

Guardando all’esercizio in corso, Rorsted ha proseguito: “Anche in futuro ci troveremo a dover affrontare fluttuazioni e incertezze sui nostri mercati. Per questo motivo continueremo ad adattare le nostre strutture e processi in modo tale da riuscire a reagire con maggiore rapidità e flessibilità rispetto ai nostri concorrenti.”

Prospettive per il 2012 confermate
Per l’esercizio 2012 Henkel ha confermato le proprie prospettive: “Prevediamo una crescita organica del fatturato compresa fra il 3 e il 5 percento. Per il margine EBIT depurato, contiamo di salire al 14 percento e prevediamo un miglioramento dell’utile depurato per azione privilegiata almeno del 10 percento.”
Nel primo trimestre del 2012 Henkel ha conseguito un fatturato di 4.008 milioni di euro e dunque un incremento del 4,8% rispetto ai valori dello stesso periodo dell’anno precedente. Da un punto di vista organico, e cioè depurato dagli effetti di cambio e dalle acquisizioni/cessioni, l’aumento del fatturato pari al 4,7% ha fatto registrare nuovamente un buon tasso di espansione.

A questo andamento hanno contribuito tutti i settori di attività. La divisione Detergenza ha ottenuto una valida crescita organica del fatturato pari al 4,5%; a sua volta anche la divisione Cosmetica/Igiene personale ha fatto registrare un buon andamento organico delle vendite ottenendo un incremento del 4,0%. La divisione Adesivi e Tecnologie (Adhesive Technologies) ha raggiunto un ingente incremento organico del fatturato pari al 5,6%. A questo trend positivo, riscontrato in tutte e tre le divisioni, hanno contribuito gli aumenti dei prezzi che Henkel è riuscita ad imporre grazie ad innovazioni e ai suoi marchi di successo.

L’utile di esercizio depurato da ricavi e spese non ricorrenti e dalle spese di ristrutturazione, ha registrato un miglioramento del 16,6%, passando da 473 milioni di euro a 551 milioni di euro. A questo incremento hanno contribuito tutti e tre i settori di attività. Il risultato operativo dichiarato (EBIT) è aumentato del 25,2%, passando da 430 milioni di euro a 538 milioni di euro.
Nonostante l’aumento dei prezzi per le materie prime e gli imballaggi, l’utile sul fatturato depurato (margine EBIT) è nettamente aumentato di 1,3 punti percentuali, salendo dal 12,4% al 13,7%. L’utile sul fatturato dichiarato ha raggiunto il 13,4%, dopo l’11,2% conseguito nello stesso trimestre dell’anno precedente.
Il risultato finanziario, pari a -36 milioni di euro, è leggermente migliorato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (primo trimestre del 2011: -37 milioni di euro). La quota d’imposta, pari al 24,7%, si colloca di 1,5 punti percentuali sotto ai valori dello stesso periodo dell’esercizio precedente (26,2%).

Gli utili trimestrali sono migliorati del 30,3%, salendo da 290 milioni di euro a 378 milioni di euro. Al netto di quote di minoranza pari a 9 milioni di euro, gli utili trimestrali ammontano a 369 milioni di euro (primo trimestre del 2011: 285 milioni di euro). Gli utili trimestrali depurati, al netto delle quote di minoranza, sono passati a 377 milioni di euro rispetto ai 314 milioni di euro registrati nello stesso periodo dell’esercizio precedente. Gli utili per azione privilegiata (EPS) sono saliti da 0,66 euro a 0,86 euro. Depurato, questo valore è stato di 0,87 euro rispetto a 0,73 euro ottenuti nel primo trimestre del 2011.
Il rapporto fra capitale netto circolante e il fatturato è pari all’8,0% e dunque sullo stesso livello dell’esercizio scorso. L’indebitamento netto è stato ulteriormente ridotto, raggiungendo alla fine del primo trimestre quota 1.159 milioni di euro (31/3/2011: 1.874 milioni di euro).

 

Sviluppo dei settori di attività

La divisione Detergenza ha iniziato il 2012 con un robusto primo trimestre. Tutti gli indici essenziali sono stati chiaramente superati rispetto allo stesso trimestre del 2011. Il fatturato ha ottenuto un incremento nominale del 3,3% totalizzando 1.108 milioni di euro. Da un punto di vista organico, il fatturato è cresciuto del 4,5% - un risultato sui cui hanno influito in maniera positiva gli aumenti dei prezzi della seconda metà del 2011 e primo trimestre del 2012. Il volume è rimasto sui livelli dello stesso trimestre dell’esercizio scorso.
Questo buon andamento è stato sostenuto principalmente dai mercati emergenti. La regione Africa/Medio Oriente si è nettamente ripresa dopo i disordini politici dello scorso anno, ottenendo una crescita organica del fatturato a due cifre. L’America Latina ha fatto registrare un ottimo andamento delle vendite. La dinamica di espansione in Europa Orientale è ulteriormente migliorata, sostenuta soprattutto dall’ottima crescita ottenuta ancora una volta in Russia e Turchia. In Europa Occidentale si è verificata una lieve flessione del fatturato, imputabile in prima linea alle negative condizioni di mercato presenti nei paesi dell’Europa del Sud e al protrarsi dell’intensa concorrenza. Ottimo invece l’andamento delle vendite nell’America del Nord. Complessivamente le quote sui mercati di rilievo sono state ulteriormente allargate.ù
L’utile operativo depurato della divisione Detergenza ha ottenuto un notevole incremento di più del 20%, totalizzando 160 milioni di euro. L’utile sul fatturato depurato è migliorato di 2,1 punti percentuali passando al 14,5%. L’utile operativo ha raggiunto quota 157 milioni di euro, dopo i 100 milioni di euro ottenuti nello stesso trimestre dell’esercizio precedente.

La divisione Cosmetica/Igiene personale ha proseguito il proficuo cammino di crescita. Il fatturato ha superato del 4,9% lo stesso periodo dell’anno scorso, raggiungendo quota 861 milioni di euro. In una situazione di mercato debole, tuttora caratterizzata da un’intensa concorrenza, è stato possibile ottenere ancora una volta un incremento organico del fatturato pari al 4,0%.
Il buon andamento delle vendite è stato supportato da tutte le regioni. Gli impulsi più ingenti sono pervenuti nuovamente dalle regioni emergenti. Soprattutto la regione Africa/Medio Oriente nonché i mercati emergenti dell’Asia hanno ottenuto un incremento del fatturato a due cifre. Sui mercati maturi ha trovato proseguimento il costante andamento di espansione, dove soprattutto l’Europa Occidentale – nonostante la debole situazione di mercato – ha conseguito ancora una volta un’ulteriore crescita.
L’utile operativo depurato della divisione Cosmetica/Igiene personale ha ottenuto nuovamente un forte incremento pari al 9,3%, passando a 124 milioni di euro. Con il 14,4%, è stato possibile superare di altri 0,6 punti percentuali l’utile sul fatturato depurato del primo trimestre del 2011. L’utile operativo è aumentato del 7,1%, totalizzando 120 milioni di euro.

La divisione Adesivi e Tecnologie ha proseguito anche nel primo trimestre del 2012 il suo ottimo andamento sia per quanto riguarda il fatturato che il rendimento. Il fatturato è cresciuto del 6,2%, passando a 2.001 milioni di euro. Da un punto di vista organico il fatturato è aumentato del 5,6%. Questi notevoli sviluppi sono stati sostenuti da positivi effetti del prezzo pari al 6,2%. Nel primo trimestre il volume è rimasto leggermente al di sotto dello stesso periodo dell’esercizio scorso, anche a causa del parziale ritiro dal business delle emulsioni in Asia.
Il notevole andamento del fatturato è stato supportato principalmente dai mercati emergenti, dove particolari impulsi sono pervenuti dalle regioni Europa Orientale, Asia (senza Giappone) e Africa/Medio Oriente, nelle quali sono stati ottenuti gli incrementi più significativi. Anche nei mercati maturi l’andamento delle vendite è stato positivo rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Soprattutto le attività in America del Nord hanno fatto registrare un considerevole aumento del fatturato.
Rispetto allo stesso trimestre dell’esercizio scorso, l’utile operativo depurato della divisione Adesivi e Tecnologie ha fatto rilevare un notevole incremento del 16,9%, passando a 289 milioni di euro. L’utile sul fatturato depurato è migliorato di 1,3 punti percentuali passando al 14,4%. L’utile operativo è salito a 283 milioni di euro, pari ad un incremento del 16,2% rispetto allo stesso trimestre dell’esercizio precedente.


 

Sviluppo per regioni

In una situazione di mercato caratterizzata da una forte concorrenza, nella regione Europa Occidentale il fatturato è rimasto con 1.437 milioni di euro praticamente sugli stessi livelli dello scorso anno. Gli effetti dell’inasprimento della crisi finanziaria nell’Europa del Sud hanno condizionato l’andamento delle attività in questa regione, rispecchiandosi in una crescita organica solo leggera pari allo 0,1%. Nella regione Europa Orientale il fatturato è aumentato del 3,0%, salendo a 675 milioni di euro. La crescita organica è stata del 6,3%, sostenuta soprattutto dalle attività in Turchia e dal business degli adesivi in Russia. Nella regione Africa/Medio Oriente la crescita è stata sì nuovamente influenzata dai disordini politici verificatisi in alcuni paesi, ma ha potuto comunque far registrare ancora una volta un incremento organico a due cifre pari al 16,8%. A questo esito hanno dato un forte contributo soprattutto le attività della divisione Detergenza. Da un punto di vista nominale il fatturato è salito a sua volta del 16,8%, passando a 259 milioni di euro.

Il fatturato della regione America del Nord è cresciuto del 10,4% per complessivi 746 milioni di euro. Da un punto di vista organico l’incremento del fatturato in questa regione è migliorato del 6,3%, nonostante il clima di consumi piuttosto contenuti negli USA. La regione America Latina ha presentato un incremento delle vendite del 3,9%, per complessivi 263 milioni di euro. La crescita organica del fatturato ammonta al 7,9%. In particolare gli sviluppi delle attività in Messico hanno contribuito a questo miglioramento. Nella regione Asia/Pacifico il fatturato è cresciuto del 9,7%, arrivando a 589 milioni di euro. Nel complesso la regione ha fatto nuovamente registrare una forte crescita organica dell’8,3%, supportata principalmente dalla crescita in Cina e India.
Particolari impulsi per l’incremento del fatturato sono giunti ancora una volta dalle regioni emergenti Europa Orientale, Africa/Medio Oriente, America Latina e Asia (senza Giappone). Qui le vendite sono aumentate del 6,7%, totalizzando 1.639 milioni di euro. La crescita organica è stata dell’8,7%, sostenuta in primo luogo dalle divisioni Adesivi e Tecnologie e Detergenza. In questo modo le regioni emergenti hanno raggiunto una quota sul fatturato pari al 41% (primo trimestre del 2011: 40%).

 

Previsioni di fatturato e di risultato per il 2012

Per l’esercizio 2012 Henkel prevede tuttora una crescita organica del fatturato compresa fra il 3 e il 5 percento. Henkel è fiduciosa di poter proseguire il proprio trend positivo per le attività al consumo e di riuscire ad ottenere un incremento del fatturato nella fascia bassa a una cifra percentuale. Per la divisione Adesivi e Tecnologie Henkel prevede una crescita del fatturato nella fascia media ad una cifra percentuale. Per gli utili sul fatturato depurati (EBIT) Henkel pronostica un incremento al 14 percento (2011: 13,0 percento), così come un aumento dell’utile depurato per azione privilegiata almeno del 10 percento (2011: 3,14 Euro). La base per queste previsioni è costituita da aumenti dei prezzi e adattamento delle strutture alla situazione di mercato in continua evoluzione. Con questi provvedimenti e il proseguimento della severa disciplina di controllo dei costi, Henkel intende sovracompensare gli effetti sul risultato imputabili agli elevati prezzi per le materie prime.